Di fiumi e di cadaveri

Cioè, dai… ma non siete un po’ stufi di essere arrabbiati? Di pensare che tutti ce l’abbiano con voi, che ci sia sempre qualcuno che vuole mettervi un bastone tra le ruote, che vi vuole male? Non avete il mal di testa a forza di scannerizzare la realtà al ricerca di dove sta la fregatura?

Non vi siete rotti le palle a stare sul greto del fiume ad aspettare cadaveri che scendono da chi sa dove? E se poi, anziché passare un cadavere, passa un motoscafo con la musica a palla e il vostro cadavere vivo e vegeto che twerka senza vergogna come se non ci fosse un domani?

Io ho voglia di ballare sul greto del fiume, fregandome allegramente dei cadaveri che passano. Anzi, invitandoli a ballare con me. Un bel festone di cadaveri danzati!

Viviamo in tempi bui, ma sta tornando la primavera, tra poco inizia il serale di Amici, siamo ancora liberi…

Poi pensi che c’è da organizzare la festa della scuola, che ancora ti chiedi “ma perché cazzo ho dato la mia disponibilità anche quest’anno”…

e sì… avete ragione voi… la vita è una merda…

 

Pubblicità